top of page

Grupo

Público·87 miembros
Philip Bespalov
Philip Bespalov

CRACK Stata 11 SEl



@valcatt"Ricordare le vittime è una cosa, farne uno strumento di propaganda politica è un altro. Credo che carlovittò volesse dire questo."-Propaganda politica? Ricordare che questa strage è stata probabilmente, come da condanne definitive all'ergastolo, operata dal male assoluto rappresentato dal fascismo è soltanto un doveroso ricordo di un mostro che può sempre ritornare. In Italia e in Europa.Ad esempio a Genova, quando commemoriamo Guido Rossa, l'operaio comunista assassinato per avere denunciato le BR, ricordiamo un esercito di brutali assassini che pretendevano di uccidere in nome del popolo.Per non dimenticare.-Carlo Basso




CRACK Stata 11 SEl



L'impressione è che Bologna sia stata una bomba tra Stati; un avvertimento o una punizione? Non si sa. Mentre su Milano e Brescia siamo in grado di sapere l'area di riferimento di estrema destra e le diverse motivazioni storico politiche per gli attentati, su Bologna non sappiamo niente, tranne che ci sono due condannati.


Non parlo di te, ma molti della tua parte, vorrebbero una commemorazione funebre di parte, per pura speculazione politica, per anni è stata impedita la parola agli " indegni", tutti quelli non graditi all'estrema sinistra.Repubblica se ne frega dei morti se non c'è da lucrarci sopra politicamente, te ne sei accorto anche tu...e lo fa perchè non è più credibile la pista di Fioravanti..il mio è un giudizio tecnico..non ci sono prove...se dopo tu vuoi aggrapparti ai tuoi sogni fai pure..questo è lo stato amaro delle cose...


Monza, Donatella Galli consigliera provinciale uscente , era stata denunciata da un avvocato napoletano per aver propagandato " idee fondate sulla superiorità razziale ed etnica dei settentrionali rispetto ai meridionali .


Uno dei primi lavori saltuari che ho fatto quando ero giovane è stato raccogliere le ulive.Ero pagato a cottimo, cioè alla fine della giornata le ulive che avevamo raccolto insieme a due amici venivano pesate e ricevevamo una percentuale (in olio o in denaro, a scelta).Il "problema" era che la quantità di olive che riuscivamo (in tre "cittadini" giovani e pimpanti) a raccogliere nell'arco della giornata lavorativa era notevolmente inferiore a quella degli altri lavoranti (perlopiù coniugi "contadini" anziani).Realizzare che la produttività di tre baldi giovani "cittadini" era clamorosamente inferiore a quella di due anziani "contadini", è stata un vero e proprio smacco.


"In Italia sanatorie, scudi, condoni, sono pane quotidiano. Siamo un paese a forte matrice cattolica, abituato a fare peccato e ad avere l'assoluzione".Con questa dichiarazione la neo-direttrice dell'agenzia delle entrate, Rossella Orlandi, si è attirata le mie simpatie e contemporaneamente le ire di Libero, un quotidiano che notoriamente si erge a paladino della libera impresa intollerabilmente vessata dal'oppressione statalista e para-comunista, e che dunque non può accettare che l'evasione fiscale trovi una spiegazione diversa da quella che dipinge il cittadino italiano come "quasi legittimato" a ribellarsi al parassitismo fiscale.


"Aiuto, correte, qui c' e' un forte odore di gas". Al telefono e' un inquilino di una palazzina popolare di via Borsa, a Monza. Dall' altro capo del filo, i vigili del fuoco. Parte l' autoscala. Pochi minuti e i pompieri arrivano all' ingresso dell' appartamento "pericoloso". "Ci vive da solo un signore anziano . spiegano i vicini che hanno richiesto l' intervento .. Potrebbe essergli successo qualcosa". Ed era si' successo qualcosa, ma lontano anni luce dalla sospetta tragedia. Era capitato un infortunio culinario: il vicino si era messo in testa di cucinare la "cassoeula" e l' aroma delle verze di stagione aveva riempito le scale e le abitazioni del condominio. Tanto da far gridare alla fuga di gas. A nessuno era venuto il dubbio che quell' effluvio venisse dal piu' tipico dei piatti lombardi. Lo hanno scoperto tutti, pompieri compresi, all' arrivo del padrone di casa che, al ritorno dalla spesa, ha "sorpreso" gli uomini del soccorso sul punto di forzare una finestra. L' epilogo della vicenda e' stata una grassa risata e, da parte del cuoco, forse un po' di imbarazzo per aver occupato abusivamente le narici del vicinato. In pentola aveva messo diligentemente tutti gli ingredienti doc: costine e cotenne di maiale, salamini, un po' di pomodoro e per ultima la magica verza. E vero che la tradizione lombarda vuole che la cassoeula sia cucinata soltanto dopo la prima gelata ma lui, che di quel piatto e' ghiotto, non ha saputo aspettare. Cosi' ieri mattina si era concesso una primizia che, alla fine, non ha avuto il coraggio di far assaggiare ai pompieri.


Vedi, carlovitorioso, quello che io contesto sono le priorità logiche imperanti. Un "negro" che ruba, prima è un poverino a cui la sorte è stata avversa, solo poi, dopo una serie di analisi antro-psico-sociologiche, ma molto dopo è un ladro.Questa cosa l'ho già detta, però sai mi sa che lo sentita solo io.Questo solo per dire come si dà e si ottiene la dignità e che cosa sia.


ah! si!? ... ho detto questo!?... mm!? ... adesso non ne ridordo il motivo. Però se mi vieni a trovare, magari ti mostro la mia collezione di farfalle e magari mi viene in mente. :-) Sai, la mia memoria a breve termine è sempre stata lacunosa...


@salvo ha detto mille volte che la mafia sta a Milano. Come no, la mafia è sempre stata merce di esportazione. Nei primi decenni del secolo scorso fu facile mettere sotto quei fessacchiotti di 'mericani.Si dice anche che al Sud lo Stato è assente. Però quando ha mandato qualcuno benintenzionato, è stato fatto saltare, regolarmente. Devo fare l'elenco dei martiri di mafia?Penso che Grillo abbia fatto benissimo a dire che la Sicilia con lui doveva cambiare. E' cambiata? Sta cambiando? Ci sono iniziative in atto? Quanto ci piacerebbe saperlo, una volta tanto...-------...Argomento scomodo, su cui si sorvola per essere politicamente corretti. Se ci fosse @salvo, che corretto non è, al posto nostro ne direbbe di molto più grosse, concludendo:Povera patria!Vergogna!Ma mi faccia il piacere!


Diciamo che ho preso l'occasione per un salto a Zakopane e rivisitare Cracovia, ero curioso di vedere Kazimierz il quartiere ebraico che è diventato molto carino, mi piace la musica klezmer, che purtroppo è stata quasi assente a beneficio di recital classici o di rivisitazioni jazz, al gran concerto in piazza c'era una gran folla, secondo me un 3-4 mila persone a fronte delle 20.000 millantate, naturalmente i prezzi erano lievitati del 200%, per cui abbiamo preferito mangiare al Rynek spendendo meno..


Mi sembra evidente, o almeno questo è il mio pensiero, che questo spazio, dopo un input di Zucconi(che poi se la svigna attratto da cose per lui più interessanti) diventa sempre più uno spazio autogestito.Per questo motivo mi permetto da qualche tempo di scrivere qui la cosa che mi ha colpito di piùin un certo giorno, in un certo momento.Oggi parlo di tumore alla prostata, una cosa allegrissima come altre mai !I vari congressi degli specialisti confermano che è "meno mortale", e che ce ne sono meno di nuovi.Ma soprattutto, che l'approccio dei medici e della medicina è sempre più la qualità della vita del malato.Si interviene quindi chirurgicamente non come si faceva prima , quasi "a prescindere".Alla buonora !!!! Meglio tardi che mai.Mi domando però, ma non sollecito risposte ad alcuno, cos'è la "qualità della vita" ?Ha a che fare con la "quantità della vita" ? Chi decide ?Spero che nessuno si azzardi a dare una risposta.Lo vorrei scoprire vivendo, e , se conservo un po' di cervello, just in case magari poter decidere io, non i medici.


Dunque, a me pare che la differenza tra le discussioni che si svolgono su varie "piattaforme" (il blog, la strada, il muretto, il bar, il telefono, l'assemblea etc etc) sia dovuta al fatto che il blog permette di esprimersi in modo "anonimo" e consente ad un singolo individuo di assumere più "identità virtuali".Abbiamo parlato molte volte di come la possibilità di nascondersi dietro l'anonimato possa indurre alcuni soggetti a considerare il blog una piattaforma in cui non si può e non si deve discutere seriamente, ovvero una agorà riservata esclusivamente al ca..eggio compulsivo, sciatto e calunnioso.Io invece penso che il blog sia una piattaforma dove si potrebbe anche ca..eggiare in modo serio e responsabile se solo non fosse frequentata da menti raffinatissime che non hanno niente di meglio da fare che infestare il blog con una impressionante quantità di ragionamenti astrusi privi di nesso logico.Mah, la serietà dei "contenuti" di una discussione non dipende dalla piattaforma su cui si svolge il dibattito ma dalla serietà dei soggetti che prendono parte alla discussione.Per esempio, Speaker's Corner è una piattaforma che è stata frequentata da gente seria (come Karl Marx, Lenin, George Orwell e William Morris) ma anche da personaggi dediti al ca..eggio più demenziale.Boh, diciamo che è possibile fare delle discussioni "serie" (ma non "seriose") indipendentemente dal tipo di piattaforma, anche se è palese che le discussioni sui blog anonimi si prestano maggiormente di altre ad alimentare una preoccupante "deriva cinofallica".


beh , non mi stupisco se i 2 ( due ) cittadini 5stellati abbiano scelto il Secolo XIX per la loro protesta .gia' negli anni 60 era conosciuto come il Giornale delle Servette al contrario del mitico il Lavoro che era possibile leggere aggratis in casa mia in quanto lo portava a casa , aggratis again , mio padre sindacalista e dirigente ( conflitto d' interesse ndr. ) delle poste .mi ricordo che la sede del Secolo , allora a due passi da Brignole , era una fermata fissa per i cortei antagonisti dell' epoca .credo che sbroccavamo di tutto contro , anche il proverbiale " kitchen sink " o " il lavandino della cucina " , cosi' per ricordargli che li conoscevamo .amichevolmente ovviamente , come disse Silvio ai Carabinieri quando lo stalliere eroico gli fece saltare il cancello di casa .poi , nel 1992 la lotta tra i 2 (due) quotidiani genovesi fini' e fini' anche la storia d' un giornale che fu fondato nel 1903 e che ebbe come direttore Sandro Pertini , per essere incorporato ma qualcuno ritiene inghiottito da Repubblica ." cessando cosi' di essere una testata autonoma e diventando il suo supplemento locale " da Wiki .ps. comunque nel racconto di @leo i conti non tornano .se erano in due , quello non nominato che faceva ?si puliva il qil@ con le pagine ?


Acerca de

¡Bienvenido al grupo! Puedes conectarte con otros miembros, ...

Miembros

bottom of page